Flora e Fauna

Ambiente, flora e fauna del Tevere

Le specie vegetali che crescono spontaneamente nella zona limitrofa al tratto di fiume Tevere che costeggia l’area archeologica di Ocriculum sono i salici, il pioppo bianco, le canne palustri e i colorati giunchi. Questo ambiente, nelle zone più lontane dallo scorrere delle acque, è caratterizzato da alberi a medio fusto come la roverella, il farnetto, l’orniello, il rovere e il leccio.

Una notevole e differenziata fauna vive nella vegetazione dell’area protetta sita nei pressi dell’area archeologica: tra i vari uccelli acquatici segnaliamo gli aironi cenerini, le garzette, le nitticore, il germano reale e i falchi di paludi, mentre nelle acque del fiume vivono l’anguilla, il luccio, il pesce gatto e la nutria. All’interno dell’area archeologica possiamo trovare animali quali la donnola, la faina, il tasso, la volpe e l’istrice.